Thursday, 26 January 2012

Killit Bang colpisce ancora

Archivio Andrea Francolino


(Precedentemente pubblicato su Italo Europeo)

Lincoln, J.F Kennedy, Malcom X, Martin Luther King, Robert F. Kennedy, John Lennon, Gianni Versace e Benazir Bhutto capeggiano dall’alto della stanza ed emergono con tutta la loro forza espressiva da vecchie etichette consumate dagli anni e bruciate dal tempo. Accanto alla fila si impone una scritta rossa: “To be continued”.  La forza del ricordo rende i colori vividi, sebbene i loro visi siano sbiaditi dalla stessa arma che hanno puntato sulla loro testa: Killit bang,  il pulitore. E così i miti evaporano con il tempo che passa, messi a tacere dalla mano del Consumismo che ha voluto far piazza pulita di gente scomoda, ancora capace di parlare di bellezza e diritti umani. Siamo nella testa di Andrea Francolino e ciò che abbiamo di fronte sono le sue opere d’arte: grandi rifacimenti di etichette utilizzate per le confezioni di prodotti per la casa. Le mura sono quelle del Cortauld Institute alla Somerset House di Londra, dove l’artista italiano è stato ospitato per la biennale d’arte East Wing X: Material Matters, aperta al pubblico il 22 Gennaio.
Le opere realizzate rimandano alle confezioni del Cillit Bang che ha cambiato nome divenendo Killit Bang ed assumendo come Tutorial gente famosa assassinata nel corso del tempo. Andrea Francolino racconta la storia contemporanea su pacchi usati, ricicla e stravolge vecchie confezioni o semplicemente ne inventa di nuove, creandole dal nulla ma realizzandole in modo tale che appaiano vecchie e che siano l’ evidente prodotto del consumismo.  Parlare dell’odierno significa, per l’artista, usare gli stessi mezzi prodotti dal quotidiano e, in questo senso, il Consumismo riveste il ruolo di principale protagonista. Tuttavia, per stravolgere gli usuali significati ed apportarne di nuovi bisogna comunicare con linguaggi che la gente ha imparato a recepire dalla pubblicità,  così che il gioco di parole, accostato a un’immagine, diventa fondamentale nell’arte di Andrea Francolino.
Killit Bang riassume appieno questa filosofia, rievocando il prodotto che” fa pulizia”, modo di dire che in italiano assume nuove connotazioni se puntato alla tempia di gente assassinata. Le opere rievocano le etichette dunque, sebbene siano staccate dalla confezione, che non appare in questo contesto. E come per le vecchie etichette, Andrea Francolino si impegna nella trasformazione per rendere l’idea del tempo: le realizza su cartone resinato e fa in modo che appaiano bruciate, dipingendole con il catrame.
Killit Bang, per la prima volta a Londra, parla al pubblico, accanto a opere di altrettanto famosi artisti contemporanei, tra i quali compare il nome di Damien Hirst.
Andrea Francolino, con la sua creatività, ferma il tempo riappropriandosi dello spazio della riflessione che la velocità del contemporaneo ammazza e i Miti del passato, questa volta, parlano a tutti ogni giorno.
  

In English: 

Wednesday, 25 January 2012

Immigrants in Lecce (Italy)

Antonio Leo's ph.

All immigrants of Lecce take part in the protest against the racism and some of them tell the story of he immigration and remind how the brotherhood feeling is important.


Read here: IMMIGRANTS TO LECCE: MEDIATORS FOR A NEW CULTURE


Traduzione in Italiano:

Sunday, 22 January 2012

Guinness, storia e curiosità

Da Internet


L'amata Guinness, dal nome di Arthur Guinness, birra nera e dal sapore intenso, nasce a Dublino.

Leggi qui:   LA STORIA DELLA GUINNESS

Wednesday, 18 January 2012

Londra: mezzi di trasporto e abitudini.

Da Internet

Chi pensava che i mezzi di trasporto servissero solo ad accorciare le distanze velocizzando i tempi di percorrenza si sbagliava. A Londra nei mezzi di trasporto si possono fare molte altre cose.

Leggi qui: LONDRA: ABITUDINI DA MEZZI DI TRASPORTO

Caravaggio: vita oltre che opere

La Crocifissione di  San Pietro. Foto di Antonio Leo

In molti conoscono le meravigliose opere di Caravaggio, in pochi la sua vita che, come i suoi dipinti, si caratterizzò di luci e di tante ombre.

Leggi qui: CARAVAGGIO: UNA VITA DI LUCI E OMBRE

Vivere a Londra da immigrati

Da Internet

Andare a vivere a Londra è il sogno di molti ragazzi, italiani e non, che sperano di imparare l'inglese e far carriera. Ma viverci non è facile come ci si aspettava e, spesso, bisogna scontrarsi cn una realtà dura, fatta di fatica quotidiana. 

VIVERE A LONDRA TRA SOGNI E FATICA 


Il mestiere del Seo Copywriter

Visitando Oslo

La Puglia in un pezzo di diario

Il solstizio d'estate a Stonehenge

www.freecycle.org

Il libraio di Selinunte


Roberto Vecchioni ne Il libraio di Selinunte racconta di un mondo in cui le parole si sono smarrite, ma che ancora rimangono nella memoria di Nicolino.

IL LIBRAIO DI SELINUNTE, DI ROBERTO VECCHIONI

Dracula, Bram Stoker


Da sempre nelle fantasie di bambini e non, Dracula ha dato vita alla letteratura vampiristica, il cui primo grande scrittore fu Bram Stoker

Concerto di Goran Bregovic a Otranto, capodanno 2010

Tuesday, 17 January 2012

Monday, 9 January 2012

In viaggio sul Gargano

Con pochi soldi si riesce ad organizzare un viaggio all'avventura. Meta designata: il Gargano. Ma le spiagge libere dove sono?

http://www.corrieresalentino.it/vecchiosito/index.php?option=com_content&view=article&id=8648

Massimo Troisi nelle parole di Anna Pavignano

Anna Pavignano, attraverso la scrittura, racconta Massimo Troisi.
http://www.corrieresalentino.it/vecchiosito/index.php?option=com_content&view=article&id=1653

Francesco Del Prete presenta Corpi D'Arco

Francesco Del Prete si esibisce con il violino e racconta come nasce Corpi D'Arco
http://www.corrieresalentino.it/vecchiosito/index.php?option=com_content&view=article&id=78

Natale e tradizioni in Giordania.

Intervista a un ragazzo giordano che si racconta e svela pregi e difetti dell'Italia.
http://www.corrieresalentino.it/vecchiosito/index.php?option=com_content&view=article&id=68

L'arte di Banksy sui muri di Londra

Da Internet

Banksy, famoso artista da strada inglese, lavora nell' anonimato e d'improvviso palazzi e muri di Londra diventano capolavori d'arte. Nessuno sa chi sia ma tutti ne distinguono il tratto.